Il Portale sulle Serate e Scuole di Ballo, Corsi, Stage in Italia
4401
scuole recensite
Scuole > Lombardia > Bergamo > Società Di Danza- Circolo Bergamasco

Chiedi informazioni a
Società Di Danza- Circolo Bergamasco

Nome:
E-mail:
Telefono:
Richiesta:
Clickando su INVIA si dichiara di aver letto l'informativa sulla privacy

Società Di Danza- Circolo Bergamasco

Stezzano (BG)
Tel: 348.7456094

Maestri: Lorenza Guerini e Beatrice Cattaneo

Balli - Discipline:
Danze ottocenteche, Contraddanze scozzesi
Società Di Danza- Circolo Bergamasco
Società Di Danza

La Società di Danza è¨ un'Associazione Culturale fondata a Bologna nel 1991 da Fabio Mollica e Tindara Addabbo ed è¨ il risultato di un lungo lavoro di ricerca teorico-pratica, condotta all'interno del Dipartimento di Musica e Spettacolo dell'Università  di Bologna.
L'idea di fondo è che la Danza di Società  di Tradizione Ottocentesca possa essere un elemento catalizzante per la vita sociale e culturale di un gruppo.
Il sistema di danza è fondato sullo studio del passato e della tradizione, ma è pensato per essere funzionale alla nostra vita sociale contemporanea.
Un sistema che serva ad aggregare individui, creando comunità.
Grazie al lavoro appassionato del primo nucleo d'insegnanti e di tanti soci, la Società di Danza è presto cresciuta in diverse città , ma ha anche sviluppato grandi progetti in collaborazione con Università , Enti locali, Istituzioni private e pubbliche.
Il contenuto artistico consiste nel graduale e lento lavoro di studio degli aspetti tecnici della danza. Per il danzatore è un percorso che va dalla piena acquisizione degli esercizi preparatori ai primi passi basilari e via via si sviluppa attraverso lo studio delle figure e delle danze.
La Società di Danza è, allo stesso tempo, una Scuola di Danza e un'Associazione Culturale. Le lezioni, gli stages ed i seminari sono i momenti e i luoghi destinati allo studio e all'approfondimento delle danze, ma anche alla socializzazione tra danzatori provenienti da veri circoli presenti in diverse città  italiane ed europee.
Il nostro sistema di danza è costituito da due insiemi: il primo è composto dalle danze di gruppo e comprende le Quadriglie e le Contraddanze; il secondo è composto dalle danze di coppia e comprende i Valzer, le Polke, le Mazurke, i Galop e le danze da esse derivate.
Nelle quadriglie, nelle contraddanze ma anche nelle danze di coppia i ballerini sono in continua interazione tra di loro.
La Danza di tradizione è un insieme di valori ricevuti e da tramandare, che arricchiscono la nostra vita.
Le danze proposte dalla Società
  di Danza sono la sintesi di ciò che nell'Ottocento centinaia di Maestri di Ballo produssero: dalla diversità si è giunti all'omogeneità; infatti, dalla grande varietà nella descrizione di passi e figure, sono stati estratti tutti gli elementi basilari, per porli a fondamento di un linguaggio unico e condivisibile.
Con queste danze i singoli costruiscono un modo di relazionarsi che fa nascere un patrimonio di sensazioni, emozioni, competenze e capacità  condivise.
L' apprendimento di tutti gli elementi, dai passi al preciso orientamento nella sala, è un processo lungo che si sviluppa attraverso il superamento di diversi stadi, che sono veri e propri livelli di conoscenza. Realizzare una semplice danza o un intero ballo è, dunque, portare a compimento un piccolo progetto sociale ed artistico, con la coscienza che il risultato ottenuto è il frutto del cooperare al medesimo fine, nel condividere il piacere e l'arte della danza.
Imparare una danza significa acquisire un modo nuovo di esprimersi e partecipare alla volontà  espressiva e rappresentativa di coloro che condividono la stessa esperienza.
Il momento in cui si realizza il Sistema di Danza è rappresentato dai Gran Balli, a cui partecipano danzatori provenienti dai circoli appartenenti alla Società di Danza.

Società  di Danza Circolo Bergamasco
Lorenza Guerini, iscritta alla Società  di Danza dal 2001, ha seguito stages e corsi, diplomandosi a Modena insegnante di Danza di Società  di Tradizione Ottocentesca.
Inoltre, ha partecipato a diversi spettacoli e Gran Balli organizzati in varie città  italiane ed estere (Praga,Vienna, Fuessen, Monaco di Baviera,Budapest) accompagnata da danzatori che condividono con lei questa bella avventura, al fine di valorizzare le capacità dei singoli e al contempo di divertirsi e di socializzare.
Il "Circolo Bergamasco della Società  di Danza si forma nell'Ottobre del 2006 a Stezzano, grazie all' niziativa di Lorenza Guerini ma si costituisce ufficialmente nell'Ottobre 2007 e conta ad oggi circa sessanta soci. A Stezzano, in collaborazione con l' Amministrazione Comunale, sono stati organizzati stages di Danze Ottocentesche, a cui hanno partecipato danzatori provenienti da varie città italiane.
Inoltre, il Circolo Bergamasco della Società  di Danza ha organizzato spettacoli in varie località , anche a scopo benefico.
Gli spettacoli prevedono coreografie danzate, a volte alternate a parti recitate, come nello spettacolo intitolato "Sognando l' Ottocento.
Tra gli eventi più importanti organizzati ricordiamo il "Gran Ballo dell"Unità  d'Italia, realizzato il 21 settembre 2008, in collaborazione con il Museo Storico di Bergamo, Sezione Ottocento (con il patrocinio del Comune di Bergamo), il "Gran Ballo Risorgimentale" a Chiari, con il patrocinio del Comune di Chiari e il Gran Ballo dell'Unità  d'Italia al Casinò Municipale di San Pellegrino Terme (con il patrocinio del Comune).
In occasione di questi gran balli sono stati coinvolti danzatori provenienti da varie città  italiane, che si sono esibiti nelle belle cornici di Città  Alta a Bergamo e nelle splendide sale di Villa Mazzotti, a Chiari e del Casinò di San Pellegrino.
In ogni spettacolo, i costumi del primo e secondo Ottocento, sono stati realizzati in modo filologicamente rigoroso.
Lorenza Guerini tiene corsi di Danza Ottocentesca a: Stezzano, (il giovedì dalle 20:00 alle 21:30 I livello e dalle 21:30 alle 23:00 II livello e il lunedì dalle 20:30 alle 22:30), a Rovetta (corsi quindicinali, al sabato dalle 15:00 alle 18:00).Inoltre, Guerini Lorenza ha tenuto corsi a Lecco, a Brugheriio (Monza e Brianza) e agli stage nazionali della Società Di Danza.

Le Danze

La Quadriglia
La quadriglia nasce in Francia nella seconda metà del 1700, da un’evoluzione del cotillon, che era una danza complessa: quattro coppie si disponevano in quadrato ed eseguivano nove figurazioni diverse alternate ad una figurazione che si ripeteva sempre uguale. La quadriglia, con le sue cinque figurazioni, fu quindi un modo di semplificare il cotillon.
La quadriglia divenne una danza di moda in tutta Europa, ma con alterne fortune. Centinaia di quadriglie furono composte e ricevettero un nome, ma solo poche ebbero risonanza internazionale tra queste la quadriglia I Lancieri è una delle più famose e fu composta a Londra all’inizio degli anni ’20 dell’Ottocento.

La Contraddanza
La tradizione delle contraddanze cioè delle Scottish Country Dance, si è conservata sino ad oggi grazie alla trasmissione orale di molte generazioni, subendo via via mutamenti, rinnovandosi nelle forme e negli stili.
La danza scozzese affonda le sue origini nelle English Country Dances del 1600; il termine Country Dance deriva da country che, oltre a patria, significa anche campagna. Sembra infatti che durante il regno di Elisabetta Tudor (1598-1603) le Country Dances della campagna inglese siano state accettate a corte, come un danzare “alto e composto”.
Per salvaguardare tali danze nel XX secolo nasce l’associazione culturale “Royal Scottish Country Dance Society” (a cui la “Società di danza” aderisce) che provvede alla standardizzazione del repertorio orale. I danzatori si dispongono in set, ossia quattro cavalieri fronteggiano quattro dame, su due file.
Peculiarità delle contraddanze è la progressione delle coppie: dopo una sequenza di figure, la coppia danzante si scambia di posto con la coppia adiacente. Dalla nuova posizione la coppia danzante è pronta a ripetere la stessa sequenza, coinvolgendo la coppia successiva, permettendo così un forte spirito di socializzazione tra i danzanti.

Il Valzer
Il valzer, nella forma in cui lo conosciamo oggi, è una danza che si sviluppò dalla fine del Settecento in tutta Europa derivando dal Ländler, una danza di coppia diffusa nelle regioni settentrionali dell’Austria.
Sin dagli anni dieci dell’Ottocento, il valzer è descritto nei manuali di ballo come una serie continua di giri del cavaliere stretto alla sua dama nel classico abbraccio che permette alla donna di abbandonarsi sul braccio destro del partner. Solo a fine secolo, e poi nel Novecento con l’apporto dei maestri inglesi, iniziò la formalizzazione e successiva standardizzazione delle figure che troviamo ancora oggi nelle sale da ballo.
La famiglia di musicisti Strauss, dal padre Johann ai figli Johann, Josef e Eduard portò alla perfezione la forma del valzer.

La Polka
Come il valzer, è una danza di coppia ed è giunta in Italia dalla Francia nel 1844, dopo il successo ottenuto come danza di carattere nei teatri.
La Polka, che entrò con estrema facilità nel repertorio dei balli popolari, costrinse i Meastri di Ballo dell’epoca ad apportare delle modifiche che ne consentissero l’inserimento fra le danze ammesse in Società.

La Mazurka o Polka-Mazurka
La Mazurka nasce in Polonia come danza teatrale ed è per questo ricca di figure e passi complessi; i Maestri di Danza hanno quindi dovuto semplificarla per adattarla ai bisogni della Società. Da questa semplificazione è derivata la Polka-Mazurka o Mazurka che noi conosciamo.

PUBBLICIZZA QUI' I TUOI EVENTI

scrivi a info@saidovesiballa.com
per richiedere un preventivo

Iscrivi Gratuitamente la tua Scuola di Ballo - Inserisci Evento Gratis



Pagina generata in 0.015151023864746 secondi